Advertising Console

    Siria. Le elezioni presidenziali sono una vergogna secondo gli Usa

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    692
    2 visualizzazioni
    Le elezioni presidenziali in Siria sono una vergogna. Parola del portavoce di Dipartimento di Stato americano. Un voto utile a prolungare la vita del regime dittatoriale di Bashar Al-Assad, andato alle urne assieme alla moglie Asma, e certo d’ottenere le percentuali di consenso superiori al 95% cui è sempre stato abituato.

    Hassan Al-Nouri e Maher Hajjar a fare da comparse in una commedia a 3 che Damasco pubblicizza come la svolta del primo voto a più candidati nella nella storia del Paese.

    Un voto organizzato in poco più del 40% del territorio siriano, nelle aree controllate dai lealisti. Mentre la guerra continua a imperversare nel resto delle regioni e in alcune città come Idlib gli oppositori hanno messo scarpe e messaggi di scherno in urne fasulle.

    Per quanto siano un insulto alla pratica democratica le elezioni di ieri rappresentano una vittoria per Assad che sarebbe stata impensabile 3 anni fa, quando cominciò la rivolta contro il regime e la conseguente, sanguinosa repressione. Da allora i morti sono stati 150.000 e oltre 2,5 milioni i rifugiati. Le autorità di Damasco confermano che i risultati delle presidenziali saranno annunciati giovedì.