Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Guarda a tutto schermo

Natale in giro per il mondo da New York a Mosca passando per Roma. Tradizioni, usanze e follie per fare gli auguri di "Buon Natale"

askanews
askanews
7 anni fa|204 visualizzazioni
Milano (TMNews) - Babbo Natale porta doni e abbracci alle piccole vittime dell'uragano Sandy, a New York. E' forse una delle immagini più rappresentative di questo Natale 2012, per un motivo o per un altro sottotono un po' in tutto il mondo e forse occasione per riscoprire il vero spirito natalizio, di affetto e solidarietà.Naturalmente ognuno nel mondo sta festeggiando a suo modo e così, mentre in Vaticano Papa Benedetto XVI ha inaugurato il presepe ispirato ai Sassi di Matera, a Washington, negli Stati Uniti, c'è chi di divertiva così... Babbo Natale renne e folletti fanno evoluzioni acrobatiche e sci nautico sul fiume Potomac.In Giappone invece anziché imbandire le tavole per il tradizionale cenone natalizio i cittadini hanno preso d'assalto i fast food della catena americana Kentucky Fried Chicken per manguiare, inseguendo una tradizione che va avanti dal 1970 tonnellate di pollo fritto, patatine e Christmas Cake, una sorta di surrogato del nostro panettone.Ci sono inoltre posti in cui il Natale è ancora lontano da venire, come la Russia che festeggia il Natale ortodosso, il 7 gennaio. Solo in queste ore i russi hanno iniziato ad addobbare le proprie città. Qui siamo a Mosca, in Kremlin's Cathedral Square, dove i cittadini moscoviti stanno allestendo il più grande albero di Natale del paese. Insomma usanze e tradizioni cambiano ma l'augurio resta sempre lo stesso... Buon Natale!

Guarda altri video