11 anni fa

SICILIA TV FAVARA - Cassonetti incendiati a Favara. Anziana disabile piange le conseguenze

SICILIA TV
E' stata soprattutto una anziana disabile a piangere le conseguenze dell'ultimo "incendio al cassonetto" sviluppatosi oggi in pieno giorno in Via Agrigento, proprio dietro l'ex carcere di Piazza della Vittoria. La donna, costretta a stare su un letto o in carrozzina, vive al piano terra di una abitazione posta proprio di fronte a quella che era diventata una delle discariche della città in pieno centro abitato. Per accudirla, una delle sue figlie e' tornata a vivere con lei assieme alla sua famiglia. Il fumo provocato dalle fiamme che hanno avviluppato i cassonetti e la spazzatura che purtroppo questi non riescono mai a contenere, ha invaso anche la casa dell'anziana signora, facendola soffocare e sentire ancora più impotente. Tosse forte, esalazioni tossiche, fumo nero: in casa e' stato l'inferno! La donna ha dovuto immediatamente fare uso della bombola d'ossigeno che tiene fortunatamente vicino per curarsi. "Mia mamma --dice la figlia della signora disabile- vive segregata in casa quasi come in una tomba. L'immondizia che si accumula di fronte la nostra abitazione, a nemmeno 10 metri dalla porta, e' troppa e gli odori che si liberano nell'aria sono nauseabondi. Da due anni passiamo l'estate barricati in casa, costretti a tenere le finestre chiuse. Spesso non e' possibile nemmeno stendere la biancheria. Questa non e' la prima volta che incendiano i cassonetti posizionati qui di fronte e adesso la scena si ripete. Abbiamo chiesto di non averli più di fronte casa, ma nulla da fare. Nessuno ha pietà di una anziana disabile? ".
Per spegnere i cassonetti questa mattina sono stati chiamati i Vigili del Fuoco. Per loro ormai Favara è un appuntamento costante. Di diverso c'è che questa volta il fuoco non è stato appiccato di notte, ma in pieno giorno. Come dire che nessuno teme l'autorità pubblica.
Intanto qualche giorno fa in via Brindisi, proprio dietro via Agrigento, sempre per cause legate alla spazzatura si sono registrate scene di guerriglia urbana. Per sedare una rissa, sono dovuti intervenire Carabinieri e Polizia Municipale.