Donne e professioni hi-tech: un progetto per ridurre gender-gap
  • anno scorso
Milano, 20 apr. (askanews) - Entro il 2050 il 75% dei posti di lavoro sarà legato alle discipline STEM ma oggi la percentuale di donne che lavora nelle professioni hi-tech e nella digital tranformation è ancora troppo bassa. Soprattutto in Italia."C'è un problema sia di quantità ma soprattutto di qualità - racconta ad askanews Darya Majidi, founder di AIxGIRLS, Ceo di Daxo Group e Presidente Associazione Donne 4.0 -. Le donne sono assenti in tutti quei mestieri che stanno creano il futuro: data science, intelligenza artificiale. Tutto ciò che viene chiamato digital transformation".Ed è proprio per invertire questo trend che nel 2022 nasce AIxGIRLS, il progetto lanciato da Fineco Asset Management, Associazione Donne 4.0 e Daxo Group con l'obiettivo di accompagnare le giovani donne verso le professioni digitali del domani."L'obiettivo - spiega l'ideatrice di AIxGIRLS - è quello di avvicinare le ragazze nella fase in cui scelgono e decidono la propria vita, di sapere cos'è l'intelligenza artificiale, quali opportunità apre, quali sono le criticità se noi deleghiamo la creazione di queste piattaforme solo agli uomini".Un traguardo reso possibile grazie al Summer Tech Camp, che torna per il secondo anno consecutivo: una settimana di full immersion nel mondo dell'Intelligenza Artificiale e della Data Science completamente gratuita e riservata a 20 studentesse di quarta superiore di tutte le scuole d'Italia."Il camp è a luglio, dal 16 al 22 di luglio, a Volterra alla Scuola di Alta Formazione - spiega ancora Darya Majidi -. Quindi ci sarà l'opportunità per queste ragazze di entrare in contatto con docenti, collaboratori di ricerca, perchè faremo una visita ai laboratori dell'Università di Siena, e creare una community di ragazze, docenti, quasi tutte donne provenienti dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa piuttosto che altre entità di ricerca, e grandi aziende. Si sta dando l'opportunità a queste ragazze di veramente ridefinire il loro futuro e supportare la creazione di un mondo migliore per tutti".Un percorso formativo e valoriale sostenuto con forza da Fineco Asset Management, player di primo piano nella gestione del risparmio. Sì, perchè una presenza più massiccia di donne nelle posizioni di vertice può fare la differenza:"Credo che sia importante proprio per avere la possibilità di includere un punto di vista, delle sensibilità che normalmente sennò non si avrebbero all'interno dell'azienda, di un settore, di un'industry in generale, e che possano arricchire migliorando i risultati anche economici - sottolinea Fabio Melisso, Ceo di Fineco Asset Management -. Quindi lo dico anche da un punto di vista opportunistico: il fatto di avere persone che hanno un gradiente diverso, con il quale si affrontano problemi, si risolvono e si indentificano soluzioni, produce valore. E il produrre valore conduce a risultati più positivi".Le candidature dovranno essere inviate entro il 15 maggio 2023 sul sito www.aixgirls.it.
Consigliato