Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Guarda a tutto schermo

Aggressione a Napoli, bengalese col viso distrutto a sassate

askanews
askanews
ieri|76 visualizzazioni
Napoli, 13 ago. (askanews) - E' ricoverato all'ospedale Cardarelli di Napoli l'uomo gravemente ferito l'11 agosto dalle sassate di un gruppo di ragazzini, probabilmente tutti minorenni. L'uomo, 29 anni, originario del Bangladesh, stava tornando a casa con un compagno e collega venditore di cover per cellulari. Era notte, i ragazzini hanno cercato di rubare la merce, poi l'aggressione.
Gli ha fatto visita Laura Marmorale, assessore alla coesione sociale del Comune di Napoli: "Un'aggressione brutale, gravissima, addirittura a sassate, che ha comportato il ricovero delle due persone; una in gravi condizioni. Ho trovato una persona confusa, provata, estremamente dolorante. Domenica sera è arrivato qui con gli abiti a brandelli e senza più neanche le scarpe, segno evidente della violenza e della brutalità del pestaggio.
La vittima colpita da diverse pietre alla testa resta in prognosi riservata e in stato confusionale, con una mascella rotta e la faccia da ricostruire, ma non è in pericolo di vita. Alberto Mentone, dirigente del reparto di chirurgia maxillo facciale del Cardarelli.
5:35-5:44
"C'è stata un'aggressione fisica da contatto e anche da corpo contundente"
5:52-6:02
"Presenta escoriazioni diffuse al viso oltre a una tumefazione peripalpebrale e si potrebbe spiegare l'utilizzo di sassi".
6:01
"Sicuramente sarà trattato chirurgicamente per le fratture a livello maxillo facciale e potrebbe riportare delle cicatrici sul volto. E poi bisogna valutare l'esito dell'intervento per la frattura alla mandibola".
Incerti per ora sia l'età che il numero degli aggressori. E' l'ennesimo episodio di brutalità nei confronti di stranieri a Napoli.
2:23-2:28
"Non so ancora se ascriverlo al razzismo; mi sembra
2:36-2:38
un episodio di bullismo.
3:06-3.23
"E' chiaro che degli episodi di bullismo o violenza gratuita vengano esercitati ai danni di chi è palesemente diverso da noi, in un clima nazionale pesantissimo che nulla ha a che vedere coi tentativi di costruire una coesione sociale sana e in prospettiva utile al progresso di questo paese".
4:14-4:22
"Dobbiamo anche fare attenzione a quello che i nostri ragazzi ascoltano in televisione perché può diventare un messaggio fuorviante".

Guarda altri video