Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Guarda a tutto schermo

La musulmana è stata davvero costretta a SPOGLIARSI davanti a tutti?

Islamicamentando
5 mesi fa|13 visualizzazioni
UNA POLEMICA PRETESTUOSA MONTATA SU DI UNA PRETESA ASSURDA

La musulmana è stata davvero costretta a SPOGLIARSI davanti a tutti?

Parti dei due video pubblicati on-line dalla ragazza che ha denunciato di essere stata "costretta a spogliarsi" e di essere stata insultata (le sue parole, senza alcuna prova), che ci fanno capire che in reltà quello che gli è stato chiesto è una cosa assolutamente normale e innoqua in un paese civilizzato e progredito e alla quale chiunque, in clima di PERICOLO dovuto al terrorismo islamico come quello che stiamo vivendo, si dovrebbe sottoporre senza bater ciglio.

Tra i commenti ai vari post che su internet trattano questa vicenda sono innumerevoli le testimonianze di uomini e donne costretti (sì, costretti, e vorremmo vedere) a sottoporsi a verifiche approfondite per garantire la sicurezza di tutti, e tutti hanno reagito in maniera responsabile, sottoponendovisi senza tanti piagnistei e senza alimentare confusione in un mentento così delicato per la sicurezza di tante persone.
Religioni e culture vanno rispettate senza che ciò possa essere creativamente interpretato come una possibilità di deroga alle leggi dello Stato Laico Repubblicano.
Una donna Islamica (come chiunque altro) ha il dovere di accettare questo principio, non perché è pertinente con i suoi dogmi religiosi ma perché lo dice la legge dello Stato.
La religione nella sfera pubblica, non può consentire contegni contrari all'ordine pubblico, al buon costume e alla sicurezza dei cittadini. La libertà religiosa non può essere in alcun modo in contrasto con qualsivoglia legge dello Stato, atteso che il principio di uguaglianza tra i cittadini è garantito dalla Costituzione e impedisce, tra le altre cose, discriminazioni su basi etniche o religiose. Ragion per cui se un induista può essere invitato a togliersi il turbante per poter essere identificato, un musulmano dovrà accettare il fatto che non sono ammesse deroghe alla Legge.
Proprio perché siamo tutti uguali davanti alla Legge.

In merito alla questione della libertà religiosa quale corollario di libertà, argomento trattato e difeso dalla nostra Costituzione, in nessun caso è possibile violare l'autorità dello Stato e alle sue leggi.
Il mondo islamico Europeo ha il dovere di confrontarsi con questo principio di uguaglianza, perché le teocrazie come l'islam - che confondono i precetti religiosi con il nostro codice penale e civile - sono incompatibili con il nostro stato di diritto.
__________
Chiunque fosse contrario all'utilizzo da parte nostra del materiale video publicato da questa ragazza ce lo faccia sapere.

Guarda altri video