Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Guarda a tutto schermo

Grandi emozioni a Pisa per l'Airshow con le Frecce Tricolori

askanews
askanews
2 mesi fa|21 visualizzazioni
Pisa, 20 mag. (askanews) - Grandi emozioni a Pisa nel fine settimana tra il 17 e il 19 maggio 2019 per l Air Show organizzato dalla 46esima Brigata Aerea - reparto dell Aeronautica Militare che cura i trasporti di uomini e mezzi per conto dell'Arma azzurra e delle altre forze armate italiane - in collaborazione con il comune e l Aero club di Pisa.
Nonostante il tempo inclemente, migliaia di persone hanno affollato il lungomare di Tirrenia per assistere alle esibizioni in cielo degli aerei militari e civili presenti alla manifestazione.
Particolarmente apprezzata la presenza delle Frecce Tricolori, ai comandi del maggiore Gaetano Farina e che, per l ultima volta, si sono avvalse del commento della Pr e speaker, capitano Liberata D Aniello che a giugno cambierà incarico.
L'Aeronautica Militare era a Pisa anche con velivoli C-130 della 46esima Brigata Aerea e poi C-27 Spartan, T-346 ed Eurofighter Typhoon del Reparto Sperimentale volo nonché un elicottero HH-139 Combat Sar del 15 Stormo.
Presenti anche i paracadutisti della Folgore e unità aeronavali della Guardia di Finanza.
Un successo, infine, la partecipazione dei piloti disabili del WeFly! Team, Alessandro Paleri e Marco Cherubini, accompagnanti da Erich Kustatscher, che hanno emozionato tutti con la loro danza nel cielo, sottolineando con la propria presenza, il tema dell'inclusione, scelto dagli organizzatori come punto di riferimento dell intero evento, al quale hanno preso parte anche alcuni atleti paralimpici, campioni di scherma.
L'air show è stato preceduto da una giornata nella base aerea delle 46esima Brigata Aerea, venerdì 17 maggio, aperta per l occasione alle scolaresche e alle associazioni di disabili della zona e da una cena di gala, alla quale era presente anche il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, il cui ricavato è stato interamente devoluto all'associazione Agbalt che si occupa di assistere i bambini malati di cancro.