Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Guarda a tutto schermo

Riva - Ossa

Suonivisioni Records
Suonivisioni Records
anno scorso|15 visualizzazioni
RIVA // OSSA

Girato a Berlino Gennaio 2018.

VIDEO:
Diretto da Nicholas Mottola Jacobsen
Direttore della Fotografia Corinne Barlocco
Montaggio e Colorazione Samir Kharrat - Visualazer

MUSICA:
Testo: Giovanni Feliciello
Musica: Giovanni Feliciello e Simone Morabito
Arrangiamenti: Simone Morabito // Stefano Bruno // Flavio Ciotola
Produzione artistica di Stefano Bruno con Giuliano Dottori
Missaggio: Matteo Cantaluppi
Registrato presso lo Jacuzi Studio di Milano
Mastering: Giovanni Nebbia
Etichetta/Editore: Suonivisioni

RIVA:
Simone Morabito
Stefano Bruno
Flavio Ciotola

SEGUI RIVA:
Facebook: https://www.facebook.com/rivaband
Instagram: https://www.instagram.com/fotodiriva
Twitter: https://twitter.com/tweetdiriva

Ascolta "Ossa" su spotify:
http://open.spotify.com/album/0gjBxcY5EbAx6pobHeaRcJ

Acquista "Ossa" iTunes
https://itunes.apple.com/it/album/ossa-single/1360331860


****************************************

OSSA

Difendimi da tutti i mali
si, io rinnego tutto e non ho voglia di spiegare
quanto ancora posso andare
oltre la siepe del male,
di un mare
e di qualsiasi altra cosa in cui io possa affogare
ma quanto è stupido,
tutti vogliono morire
perché non sanno immaginare
ma hanno bisogno di qualcosa in cui fallire,
come respirare.
Spiegami ogni singolo motivo
per il quale tendo a credere
che la tua presenza faccia sciogliere il gelo
e che smetta di sudare
dare spiegazioni senza cognizioni di causa che ho perso
perché sono introverso,
non è più lo stesso
di quando sentivo qualcosa.

Credimi, qui non è semplice
abbandonarsi e diventare diversi
spogliati e fammi vedere
dentro alle ossa
che cos’è rimasto
un gesto

Sparisci,
assopisci ogni desiderio che non è importante
rinchiudi tutto in maniera permanente
accertati che non sia interessante
che non ci venga voglia di riaprire tutto
per vedere il seme di una pianta morta,
una mente contorta,
chiudi quella porta.
E’ normale, tu vuoi tutto, e non riesci a rinunciare
ma quanto cazzo ti fa stare male
pensare che qualcuno sia migliore
perché non vuoi perdere,
perché non vuoi credere
che la soluzione sia dedicare tempo alle persone.

Tu non sei degna neanche di guardami
eppure puoi guardarmi
ogni critica alla ragione pura è un’iniezione di coscienza
ma non è una cura
se dici di star bene e ti tremano le gambe
equivale a rimanere fermi,
equivale a rimanere morti.

Credimi, qui non è semplice
abbandonarsi e diventare diversi
spogliati e fammi vedere dentro alle ossa
che cos’è rimasto

Credimi, qui non è semplice
abbandonarsi e diventare diversi
spogliati e fammi vedere dentro alle ossa
che cos’è rimasto