Advertising Console

    Ucraina, i manifestanti filorussi irrompono nei palazzi del potere

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    706
    34 visualizzazioni
    Se la situazione in Crimea appare tranquilla, altrettanto non si può dire per quanto riguarda la città di Donetsk, nell’Ucraina orientale.

    Migliaia di manifestanti filo-russi si sono riuniti davanti alla procura per protestare contro l’incarcerazione di uno dei leader della rivolta, Pavel Gubarev, autoproclamatosi “governatore del popolo”.

    La situazione è degenerata quando un centinaio di persone hanno cominciato a spingere contro il cordone delle forze di sicurezza.

    Alla fine i poliziotti hanno dovuto cedere e, dopo alcuni tentativi di forzare il portone, i manifestanti sono riusciti a penetrare nell’edificio.

    Stessa scena nell’ufficio privato del governatore di Donetsk e nella sede dei servizi di sicurezza regionali, dove almeno 500 persone sono riuscite ad entrare dopo aver spaccato le finestre del palazzo.

    Alla procura i manifestanti sono riusciti a sostituire la bandiera ucraina con quella della “Repubblica di Donetsk”, prima di essere
    respinti dalle forze dell’ordine in assetto antisommossa.