Terremoto Emilia, un anno dopo caseifici del Parmigiano aperti. Per due weekend produttori ringraziano per solidarietà ricevuta

askanews

per askanews

883
26 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - "Aperti per dire grazie". E' sintetizzata da questo slogan l'iniziativa promossa dal Consorzio del Parmigiano Reggiano a un anno dal terremoto che ha colpito l'Emilia, provocando 27 morti e 20 mila sfollati, ma anche danni a centinaia di capannoni e imprese. Le scosse del 20 e 29 maggio 2012 hanno fatto cadere più di 600mila forme dalle scalere per la stagionatura: oltre 100 milioni di euro i danni calcolati in 37 caseifici. "In quei giorni i produttori di formaggi sono stati sostanzialmente adottati da milioni di consumatori, associazioni, imprese, gruppi spontanei, in Italia e all'estero" ha ricordato il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Giuseppe Alai. Tra vendite solidali e donazioni, sono stati raccolti 1.199.332 euro già assegnati per la ricostruzione.A pochi giorni dall'anniversario i caseifici, in segno di gratitudine per ogni aiuto ricevuto, per due weekend consecutivi aprono le porte a quanti vogliono vedere i frutti della ricostruzione, effettuare nuovi acquisti solidali e partecipare a visite guidate in strutture di trasformazione e magazzini.

0 commenti