Advertising Console

    San Raffaele, dopo 1 anno di Rotelli ateneo salvo e stop tagli. Evitati i 244 licenziamenti e la chiusura dell'università

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    51 visualizzazioni
    Milano (TMNews) - Doppia fumata bianca per l'ospedale San Raffaele di Milano che salva nella stessa giornata sia i 244 dipendenti che rischiavano di perdere il posto, sia l'università Vita-Salute, che sembrava destinata a chiudere prima dell'inizio del prossimo anno accademico. L'accordo sugli esuberi tra la nuova proprietà, il gruppo di Giuseppe Rotelli, e i sindacati, è arrivato dopo un anno di proteste molto dure e un'ultima trattativa durata 16 ore. Quello sull'ateneo, che vedeva i dirigenti dell'ospedale contrapposti agli irriducibili seguaci di don Luigi Verzè, il prete-manager morto lasciando il suo gioiello sanitario sull'orlo del baratro, è stato invece firmato, dopo una serie di occupazioni da parte degli studenti, grazie alla mediazione del neoministro dell'Istruzione Maria Chiara Carrozza. "Io penso che ci sia da entrambe le parti una volontà di rilanciare il ruolo dell'università San Raffaele e quindi bisogna valorizzare le finalità positive e metterle insieme, togliere gli elementi di scontro e trovare delle soluzioni. Il nome del presidente è un elemento di garanzia sia per noi sia per le due parti". Un riferimento a Roberto Mazzotta, l'ex banchiere e deputato della Dc, già designato alla guida del nuovo consiglio di amministrazione dell'ateneo.