In 50mila in bici a Milano per chiedere una "mobilità nuova". Corteo nazionale per chiedere più fondi per trasporto sostenibile

askanews

per askanews

847
74 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - In bici o a piedi, grandi e piccini. Tutti in strada in una bella giornata di sole a Milano per promuovere una "mobilità nuova". In migliaia hanno partecipato alla manifestazione nazionale "L'Italia cambia strada" per chiedere città a misura di bicicletta, isole pedonali, meno investimenti nelle autostrade e nell'alta velocità in favore del trasporto per pendolari. L'iniziativa è sostenuta da 150 associazioni e prevede la proposta di una legge di iniziativa popolare per destinare allo sviluppo del trasporto pubblico locale e della mobilità non motorizzata il 75% dei fondi pubblici per trasporto e infrastrutture. Alberto Fiorillo di Legambiente. "A partire da domani - dichiara Fiorillo - sarà presentata per la raccolta di firme. Prevede tre interventi: destinare risorse pubbliche al trasporto pubblico e non motorizzato, moderare la velocità in ambito urbano, da 50 a 30 chilometri orari, e fissare degli obiettivi vincolanti per i comuni per la mobilità motorizzata". Questo tipo di mobilità sostenibile ha già trovato una sponda a Montecitorio in un gruppo trasversale di una cinquantina di parlamentari che hanno formato un intergruppo che ascolterà le richieste di ciclisti e pendolari. Ma soprattutto sembra avere l'approvazione dei cittadini: in cinquantamila hanno sfilato per le strade di Milano. "Siamo qua - spiega un manifestante - per chiedere il rispetto della vita, la qualità dell'aria e di conseguenza la qualità della vita e per pensare al futuro".

0 commenti