Hong Kong come Napoli: minaccia di soffocare sotto i rifiuti. La produzione di spazzatura supera quella di Tokyo e Seul

askanews

per askanews

867
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Hong Kong (TMNews) - Un flusso senza fine di rifiuti. Hong Kong produce ogni giorno oltre 13mila tonnellate di spazzatura, ma entro il 2020 le tre discariche della città avranno esaurito le capacità. E all'orizzonte non si profilano soluzioni immediate.Con 530 chili all'anno per residente, Hong Kong si piazza ai primi posti della classifica mondiale della produzione di rifiuti, superando metropoli come Tokyo, Taipei e Seul.Giornali e materiali plastici vengono consumati con incoercibile bulimia urbana ma raramente vengono riciclati, come spiega Joshua Tan, direttore di una società di riciclo dei rifiuti."Molti a Hong Kong hanno a cuore l'ambiente e il riciclo ma sono fondamentalmente pigri e non intendono recarsi ai bidoni per la raccolta differenziata, così abbiamo pensato a soluzioni diverse".L'organizzazione di Tan si occupa del trasporto dei rifiuti preselezionati sino alle stazioni di trasformazione. Il servizio costa 13 dollari al mese, ma per il momento la maggior parte dei fruitori di questo servizio sono stranieri. Anche per questo, i gruppi ambientalisti locali spingono per una tassazione severa, in grado di garantire il rispetto e la necessità del riciclo."La tassa sui rifiuti è uno strumento economico efficace per ridurre i rifiuti inutilizzabili, sottolinea Jonathan Wong, professore di biologia alla Hong Kong Baptist University. Il problema riguarda le modalità di attuazione".Dal canto suo, il governo di Hong Kong, regione amministrativa speciale della Repubblica popolare cinese, ammette la crisi e ha annunciato la presentazione di un nuovo piano per le prossime settimane. Ma secondo gli esperti entro sette anni il problema rischia di esplodere se non verranno decise misure assai drastiche.(Immagini Afp)

0 commenti