Krzanich è il nuovo a.d. di Intel: focus sugli asset strategici. Succede a Paul Otellini, per 8 anni al vertice

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
14 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Brian Krzanich è il nuovo amministratore delegato di Intel: lo ha deciso il cda, che ha sostituito lo storico numero uno del colosso dei microchip, Paul Otellini, in pensione dopo otto anni al vertice e da oltre 40 anni nella società. Appena scelto, entra in carica il 16 maggio, giorno dell'assemblea annuale degli azionisti, ha dichiarato la sua strategia per Intel: "Prima di pensare alle cose nuove dobbiamo dare un'occhiata al business. Abbiamo degli ottimi pc, server, e ci stiamo dirigendo verso smartphone e tablet, il tutto genera 53-54 miliardi di dollari all'anno di profitti e dobbiamo continuare su questa via". Tra i key asset elencati da Krzanich ci sono le tecnologie al silicio."Ecco cosa faremo: ci focalizzeremo sui nostri asset e ci muoveremo verso qualcuno dei nuovi business". A 52 anni Krzanich è il sesto amministratore delegato della storia del gruppo, dove lavorava dal 1982, da gennaio era direttore operativo. Il cda ha anche scelto Renée James, 48 anni, come nuovo presidente. I cambi al vertice arrivano in in momento in cui il più importante produttore di processori al mondo per pc lotta per tenere il passo con i tablet dei concorrenti. Il gruppo Intel si lascia alle spalle un primo trimestre con utili in calo del del 25% e i ricavi del 2,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

0 commenti