Rimini accetta la sfida europea della bici: 'Non fare la lumaca'

altarimini
10
23 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il Comune di Rimini accetta la sfida europea su chi percorrerà più chilometri in bici nel mese di maggio risparmiando più tonnellate di CO2. Si chiama 'European Cycling Challenge 2013' e nasce nel 2011 dalla società danese Endomondo. Nel 2012, edizione in cui ha trionfato Tallin, hanno partecipato più di 1.100 ciclisti provenienti da 7 città Europee, che insieme hanno tracciato oltre 89.000 chilometri in bicicletta, nella maggior parte dei casi rinunciando ai propri mezzi di trasporto a motore. In Italia, oltre a Rimini, solo Bologna e Padova parteciperanno alla sfida.
La società promotrice fornisce i servizi per l'adesione: applicazioni gratuite per cellulare, dotate di GPS in tempo reale e una pagina web esclusiva ed un blog dedicato alla sfida. Il GPS fornirà delle visualizzazioni grafiche che permetteranno di evidenziare i percorsi più utilizzati dai ciclisti, diventando così un valido strumento per programmare e controllare i flussi di ciclabili nella città. Per iscriversi basta cliccare il banner sul sito del Comune di Rimini e si potrà subito iniziare la competizione, che sarà attiva dal 30 aprile al 31 maggio. Il software e i dati che emergeranno saranno utilizzati nei prossimi mesi dal Comune per continuare a monitorare i flussi. Un monitoraggio che avverrà probabilmente tra ottobre e novembre, quando l'uso della bici cala a causa dell'abbassamento delle temperature.
Quello che si sviluppa in questo mese è una vera e propria competizione sul chilometraggio, tra le 11 città partecipanti quest'anno, in cui gruppi di ciclisti urbani tracceranno durante un mese i loro spostamenti quotidiani in bici, quantificando il risparmio di CO2 rispetto al loro comportamento abituale.
Una sfida nella sfida a Rimini, dove sarà anche premiato il ciclista che sul territorio comunale avrà percorso più chilometri con una bicicletta messa in palio da Anthea.
Un'iniziativa per promuovere ed incentivare l'utilizzo della bicicletta soprattutto tra le fasce di giovane età, attraverso l'uso di strumenti innovativi e di comunicazione quali internet, blog, social network e smartphone. Si potranno tracciare i percorsi quotidiani effettuati dai partecipanti, attraverso l'apposito software da installare e ricevendo così anche informazioni diverse sui km percorsi, sulla salute personale e sull'ambiente.
Un mese quello di maggio dedicato alla bicicletta per il Comune di Rimini, non solo per l'adesione alla sfida, ma anche per i numerosi eventi previsti sul territorio. Si parte con l'inaugurazione della nuova pista ciclabile sul lungomare, poi il 12 maggio il Bimbimbici e l'avvio del bike sharing aperto regionale.

0 commenti