Colombiana-brianzola striglia Maroni su cittadinanza a immigrati. "Ingiusto a 19 anni non averla". Ex ministro: accelerai io iter

askanews

per askanews

850
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Questa ragazza di 19 anni dall'accento brianzolo si chiama Diana Mercado Paez, nata e sempre vissuta a Monza da genitori colombiani, mentre la persona che l'ascolta in prima fila è Roberto Maroni, segretario del partito, la Lega, che si battuto con più forza contro chi nel nuovo governo di Enrico Letta vuole introdurre il diritto alla cittadinanza per i figli di immigrati nati in Italia.Un incontro ravvicinato, al congresso della Cisl Lombardia, durante il quale la liceale ha raccontato la propria attesa dell'agognato passaporto italiano. "Io ho questa mancanza che mi pesa. Sinceramente penso che sia ingiusto, dopo una vita passata qui, per tempi burocratici e controlli un po' lunghi, non poter ricevere immediatamente la mia cittadinanza".Alla fine del suo intervento dal palco Maroni, l'ha avvicinata per un breve faccia a faccia e le ha spiegato le proprie ragioni: "Le ho parlato e mi ha detto che ha presentato la domanda al compimento dei 18 anni, cioè un anno e mezzo fa. Quando ero ministro dell'Interno io ho accelerato le procedure per la concessione della cittadinanza, si può avere entro un mese invece che in cinque anni, questa è la risposta da dare".

0 commenti