Gordon Parks, retrospettiva su un cantore dell'America nera. Alla Fondazione FORMA di Milano le fotografie di un maestro

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
29 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Un fotografo capace di raccontare la vita degli afroamericani come pochi erano riusciti a fare prima, portando le loro storie sulle pagine dei più grandi magazine americani. Gordon Parks è stato un maestro del fotogiornalismo d'autore e oggi la Fondazione FORMA di Milano lo celebra con la retrospettiva "Una storia americana", prima mostra di questo tipo realizzata in Europa. Peter Kunhardt è il direttore della Gordon Parks Foundation di New York."La mostra - ci ha spiegato - indaga la vita e il lavoro di Parks, partendo dagli inizi nei primi anni '40, con la Federal Security Administration, fino ai lavori per Time e Life".In mostra alcuni straordinari ritratti di star come Marilyn Monroe o artisti come Glenn Gould, ma anche immagini di moda, a partire dalle ragazze con taglio di capelli alla garçonne, decisamente moderniste. Ma il cuore del lavoro di Gordon Parks pulsa intorno alla storia dei neri americani."Ciò che rende il suo lavoro così unico - ha aggiunto Kunhardt - è che lui era afroamericano ed ha lavorato e vissuto insieme alle persone che ha fotografato. Come uomo e come artista è stato capace di avere fiducia nella gente, e loro avevano fiducia in lui".In questo modo sulle pagine delle riviste che hanno forgiato l'immaginario americano sono passati anche i leader neri, su tutti Malcom X e Martin Luther King, ma anche le Black Panthers. E quando un fotografo riesce a raccontare la discriminazione razziale con un'immagine di commovente bellezza come "Grandi magazzini" del 1956, si capisce che dietro il suo obbiettivo ci sono un cuore e un talento molto rari.La mostra di FORMA, che è accompagnata da un catalogo edito da Contrasto, resterà aperta fino al 23 giugno.

0 commenti