Robin Hammond, fotografie per non dimenticare lo Zimbabwe. A FORMA a Milano il reporter premiato dalla Fondazione Carmignac

askanews

per askanews

885
24 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Non è facile raccontare la tragedia di un Paese come lo Zimbabwe, che il regime di Robert Mugabe ha completamente devastato e chiuso al mondo. Robin Hammond, fotoreporter vincitore del premio Carnignac Gestion, lo ha fatto e oggi il frutto del suo lungo lavoro nel Paese africano viene esposto alla Fondazione FORMA di Milano in una mostra toccante fin dal titolo: "Your wounds will be named silence", le vostre ferite saranno chiamate silenzio."Io - ci ha detto Hammond - ho cercato in qualche modo di cogliere qualcosa di unico sulla vita delle persone, che si può cogliere solo stando a lungo con loro. Grazie al supporto della Fondazione Carmignac sono potuto restare a lungo sul campo".Le fotografie documentano il crollo della società dello Zimbabwe, il collasso della sua struttura produttiva e le vere e proprie ferite inferte alla popolazione. Ma l'occhio di Hammond è carico di attenzione per le persone e i luoghi che ha immortalato. "E' molto importante - ha aggiunto il reporter - avere empatia, capire ciò che le persone stanno passando, anche se questa operazione è quasi impossibile".Negli occhi delle persone che Robin Hammond ha ritratto, molte delle quali vittime dell'Aids, oltre che della violenza politica, passa comunque anche un senso di speranza, nonostante tutto."Io - ha concluso il fotografo - davvero ho provato affetto per questa gente e spero che le mie immagini siano in grado di raccontare quello che stanno passando". La mostra milanese sarà aperta al pubblico di FORMA fino al 26 maggio.

0 commenti