Il presidente serbo Nikolic: chiedo perdono per Srebrenica. Le scuse in un'intervista a tv Bhrt, ma non parla di genocidio

Try Our New Player
askanews
899
26 views
  • About
  • Export
  • Add to
Milano, (TMNews) - "Mi inginocchio e chiedo perdono per la Serbia per i criminicommessi a Srebrenica": il presidente serbo Tomislav Nikolic si scusa per la prima volta per il massacro di 8mila civili musulmani a Srebrenica, condotto nel luglio 1995 dalle forze armate serbo bosniache guidate da Ratko Mladic, oggi alla sbarra al Tribunale penale per la ex Jugoslavia. L'occasione è un'intervista alla televisione bosniaca Bhrt, che andrà in onda il 7 maggio, di cui alcuni stralci sono stati pubblicati su Youtube."Chiedo scusa per i crimini commessi da qualsiasi individuo in nome del nostro Stato e del nostro popolo", ha aggiunto Nikolic, che tuttavia non parla di genocidio. Alla domanda sulla definizione dei crimini commessi nell'enclave bosniaca secondo la giustizia internazionale, il presidente serbo ha detto che il genocidio non è ancora stato provato. "Tutto quello che accadde nelle guerre della ex Jugoslavia aveva le caratteristiche del genocidio", ha osservato.L'elezione di Nikolic, nel maggio 2012, suscitò molte perplessità nella regione: tra i vertici dell'ultranazionalista Partito Radicale Serbo, fino a cinque anni fa, Nikolic all'indomani dell'elezione disse che a Srebrenica non c'era stato alcun genocidio. Dal 2008 però ha moderato le posizioni e chiesto l'ingresso del suo Paese nell'Unione Europea.

0 comments