Siria, ad Aleppo ribelli-autisti per riavviare trasporto pubblico. Le difficoltà nei quartieri liberati da autorità vicine ad Assad

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Aleppo, (TMNews) - Nei quartieri di Aleppo in mano ai ribelli restano i danni e le conseguenze portate da ormai due anni di guerra che hanno lasciato senza infrastrutture e in gravi difficoltà una delle città più colpite da bombardamenti e combattimenti. I ribelli tentano di ripristinare i servizi fondamentali per la popolazione, a partire dal servizio di trasporto pubblico."Dopo che le autorità governative hanno lasciato Aleppo, la città è diventata caotica - spiega Abu Omar al Gazzawi, della Ong "Young Muslim" - gli autisti di minibus hanno cominciato ad alzare i prezzi e la situazione è diventata difficile per i residenti delle aree liberate". Così attivisti anti regime ed ex studenti universitari hanno preso una decina di minibus e si sono messi alla guida."Siamo senza lavoro dall'inizio del Ramadan, quindi ci siamo messi a fare gli autisti", Abu Mahmud, ex tassista. Un biglietto costa circa 10 centesimi di euro, più facilmente alla portata dei cittadini dei quartieri liberati, alle prese già con carenza d'acqua, cibo e elettricità.(Immagini Afp)

0 commenti