Rimini Autismo torna con 'una bella serata ' al Grand Hotel

Prova il nostro nuovo lettore
altarimini
11
32 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Sabato 20 aprile al Grand Hotel di Rimini si rinnova l'appuntamento con "Una bella serata", iniziativa di beneficenza per Rimini Autismo, idea voluta e nata da due amiche Nicoletta Cei e Tonia Catuogno.
"Di nuovo al Grand Hotel una bella serata -- sottolinea Enrico Maria Fantaguzzi, Presidente dell'associazione Rimin Autismo - la cittadinanza ci è vicina: istituzioni, imprese, amici; ecco per noi questo è importante, tutti insieme con un obiettivo comune".
Tutti i soldi raccolti, infatti, serviranno a finanziare progetti finalizzati a rendere più semplice la vita delle persone affette da autismo e delle loro famiglie.
Nella prima edizione della cena sono stati raccolti 6000 euro, soldi spesi fra programmi, nuove e vecchie iniziative: i week end invernali, vacanze, laboratori, allenamenti al lavoro e centri estivi a Villa Del Bianco, struttura messa a disposizione dal Comune di Misano Adriatico; progetti come "Nave Italia", che dal 30 aprile al 4 maggio permetterà ad alcuni ragazzi di partecipare alla vita d'equipaggio su una nave della marina militare. Altri giovani infine prenderanno parte alla"Fattoria didattica" per l'avviamento all'agricoltura. Sei ragazzi con autismo hanno anche realizzato un fotoromanzo dal titolo "Profumo di pesca".
Tanti sorrisi formano l'arcobaleno, nuovo simbolo di Rimini Autismo, che insieme al nuovo slogan "Fai un salto qui da me" segnano l'inizio di una nuova mission dell'associazione, attiva nel territorio dal 2004. Un immagine che vuol dire "saltare", superare l'ostacolo, la differenza; entrare nel mondo dell'autismo, andare verso chi convive con la malattia e non solo il contrario. Nella serata benefica del 20 aprile verrà presentato anche un cortometraggio che racconta la vita dell'associazione nel territorio.

0 commenti