La Provincia di Rimini aderisce alla Romagna Visit Card

altarimini
10
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
La Provincia di Rimini si affianca alle Province di Ravenna e Forlì-Cesena ed aderisce a Romagna Visit Card, ovvero un centinaio di proposte tra ingressi gratuiti, sconti e promozioni per un'offerta turistica integrata senza precedenti.
Con una sola carta, dal costo di 10 euro, saranno oltre 130 le proposte ed i siti per il turista a cui la Card 2013 consente l'accesso, gratuitamente o con sconti: tesori culturali, artistici e naturalistici, ma anche eventi, parchi di divertimento, strutture ricettive e per il benessere, trasporti pubblici, fino all'enogastronomia ed al divertimento notturno. Da Comacchio a Cattolica, da Casola Valsenio a Pennabilli passando per Modigliana e Bertinoro, tutto il territorio e le sue eccellenze sono racchiuse in questa card di straordinaria utilità per il turista, e non solo.
La card, in vendita da venerdì 29 marzo nei principali uffici turistici delle tre province, ha validità di un anno, fino al 6 gennaio 2014. Sarà inoltre presto disponibile nell'intera rete degli IAT ed anche presso alcuni siti (musei, ecc.) inclusi nell'offerta integrata.
Tra gli oltre 60 beni culturali ed artistici presenti, circa 40 riserveranno l'ingresso gratuito ai possessori della Card: tesori come il Mausoleo di Teodorico di Ravenna, la Biblioteca Malatestiana di Cesena, il Museo della Marineria di Cesenatico, il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, il Museo d'Arte Sacra di San Leo e la Fortezza Medievale di Castrocaro Terme. Solo per 6 di questi, l'ingresso dovrà essere effettuato entro una settimana dall'attivazione della card, cominciando così da subito il viaggio alla scoperta delle ricchezze della Romagna.
Molte anche le proposte con sconti fino al 50%, che permetteranno di ammirare alcune meraviglie a prezzi agevolati come la Fortezza di San Leo, la Domus del Chirurgo a Rimini, i Musei di San Domenico a Forlì, il MAR -- Museo d'Arte della città di Ravenna, il Castello di Montefiore Conca, ma anche il Museo dedicato a Marco Simoncelli a Coriano. Completano l'offerta alcune promozioni sui biglietti degli eventi culturali in programma, dal Ravenna Festival a quello di Santarcangelo di Romagna.
Romagna però è anche cultura del buon vivere: per questo nell'offerta della Card non potevano mancare strutture legate al benessere come le Terme di Cervia o di Rimini e, soprattutto, proposte di divertimento come i grandi parchi a tema (da Mirabilandia ad Italia in Miniatura, ma anche Acquario di Cattolica e Delfinario di Rimini). Impossibile poi dimenticare, a proposito di divertimento, i circa 50 locali tra hotel, enoteche, ristoranti e disco-pub della Riviera entrati nella Romagna Visit Card, e nei quali sarà possibile ricevere servizi a prezzi ridotti.
Un'offerta particolare è stata riservata ai più piccoli con la Romagna Visit Card "Just4Kids", riservata ai bambini fino agli 8 anni. La tessera verrà consegnata in omaggio, a chi ne farà richiesta, ogni due Card acquistate e darà diritto ad accedere gratuitamente a siti turistici inclusi nella Romagna Visit Card come la Casa delle Farfalle a Milano Marittima, con un vantaggio rispetto all'ingresso ridotto abitualmente previsto.
Le agevolazioni proposte riguardano anche il sistema di trasporto pubblico locale: i possessori della Romagna Visit Card potranno infatti usufruire, entro 7 giorni dall'attivazione, di uno sconto sulle tariffe di viaggio nelle province di Ravenna o Forlì-Cesena o, nel caso di Rimini, sul pacchetto flat valido 3 giorni (Orange ticket) grazie alla rinnovata partnership con Start Romagna.
A questa si aggiungono le collaborazioni con Cevico e Coop Adriatica, tramite le quali si potranno conoscere meglio i prodotti del territorio, che contribuiscono a renderlo rinomato ovunque, grazie ad omaggi e sconti.
Il progetto, finanziato, tramite la Regione Emilia-Romagna, dall'Asse 4 del POR FESR ER 2007-2013 e realizzato grazie all'iniziativa delle Province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e delle rispettive Camere di Commercio nell'ambito del piano di marketing territoriale congiunto, insieme alla Direzione Regionale dei Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia Romagna, è stato studiato, a seguito di precedente gara, dai consulenti di Econstat (Bologna) ed Integra Solutions (Forlì), specializzati rispettivamente nella promozione turistica e nel marketing territoriale.

Tutte le informazioni sulla Romagna Visit Card, incluso l'elenco sempre aggiornato dei siti turistici e le principali informazioni di accesso, su www.romagnavisitcard.it.

0 commenti