Iniziata a Lucca l'udienza preliminare per la strage di Viareggio. Subito rinviata al 2 aprile, indagati 32 presunti responsabili

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

915
28 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Viareggio (TMNews) - Iniziata a Lucca, e subito rinviata al 2 aprile 2013, l'udienza preliminare per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009 quando il deragliamentodi un treno carico di Gpl causò la morte di 32 persone; 32 anche gli indagati, 9 le società coinvolte. All'esterno del Polo fieristico di Lucca, dove s'è tenuta l'udienza c'è stato un piccolo corteo dei familiari delle vittime."Siamo carichi - dice una di loro - e aspettiamo gli eventi di ottenere almeno la giustizia che cerchiamo da 4 anni perchè solo questo ci rimane""Tutti i responsabili - aggiunge un uomo - vengano rinviati a giudizio, che è la cosa più importante in questo momento, poi vedrà il processo".Ha suscitato sconcerto, tra loro il fatto che non ci fosse alcun rappresentante delle istituzioni, come ha spiegato Riccardo Antonini, il ferroviere che per aver contestato in pubblico i vertici aziendali è stato licenziato da Trenitalia."Credo che sia sconcertante il fatto che le istituzioni sono presenti in quanto hanno la fascia di un Comune, di una Provincia di una Regione, poi quando sono liberi cittadini non si fanno più vedere e qui credo che sia un problema di coscienza e sensibilità. come ci sono i liberi cittadini anche loro possono partecipare in veste di persone comuni". Alla base del rinvio un vizio nella procedura di notifica via e-mail di chiusura delle indagini per alcuni dei soggetti coinvolti, la cui posizione è stata stralciata da quella degli altri indagati. Almeno 60, inoltre, le richieste di costituzione di parte civile.

0 commenti