Fiera e festival, Milano pensa da capitale della fotografia. Il Photoshow prosegue con il "fuorisalone" del Photofestival

askanews

per askanews

885
54 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Milano si candida al ruolo di capitale della fotografia d'autore e lancia il "Photofestival", un mese dedicato alle mostre con i grandi dello scatto. Un'iniziativa che nasce come una sorta di "fuorisalone" del "Photoshow", la fiera del settore più importante in Italia. Dario Bossi è il vicepresidente dell'Associazione italiana foto-digital imaging. "E' chiaro che creare un fuorisalone - ci ha spiegato - dare la possibilità di far vedere che il mezzo, che in sé è un prodotto tecnologico e inanimato, produce cose meravigliose come si può vedere nelle mostre in fiera e in città".Bossi, che è anche presidente di Ascofoto, l'associazione che riunisce commercianti e professionisti della fotografia, sottolinea in particolare l'importanta di un rapporto con la città. "Noi da Milano lanciamo un messaggio - ha aggiunto - piccolo ma molto importante: facciamo il festival della fotografia perché è un momento che si allarga su tutta la cittadinanza e avremmo anche la presunzione di uscire dai confini milanesi".Ancora una volta torna in primo piano il rapporto tra cultura e intervento privato, nell'ottica di favorire la ripresa economica, in una situazione particolarmente difficile. "Siamo in un momento - ha concluso Dario Bossi - nel quale le istituzioni, provincia, regione e comune, non hanno fondi per la cultura e allora qui intervengono le imprese".Nell'ambito del Photofestival, che ha tra i promotori Camera di Commercio e Unione Confcommercio, Milano ospiterà 108 mostre fotografiche, con grandi nomi come Robert Doisneau, Jeff Wall e August Sander, per citarne solo alcuni.

0 commenti