Advertising Console

    Aumentano furti a Rimini, ma il questore Terribile:' siamo un territorio sano'

    Riposta
    altarimini

    per altarimini

    12
    55 visualizzazioni
    62 arresti e 108 denunce a piede libero tra la fine del 2012 e inizio 2013: questi gli esiti delle attività di contrasto alla criminalità, prima e dopo il periodo festivo, della Questura di Rimini in sinergia con Carabinieri, Guardia di finanza, Capitaneria di porto e Polizia Municipale. Cio' che preoccupa maggiormente, rispetto al passato, è la disperazione della gente che accresce e spinge il fenomeno predatorio, quasi un 10% in più. La casa, ora forziere dei propri beni per diffidenza verso cassette di sicurezza o banche, diventa sempre più bersaglio di topi d'appartamento. Così la criminalità si lega indissolubilmente alla crisi del Paese.
    Questo è il dato più allarmante evidenziato dal questore Alfonso Terribile subentrato, da due mesi, ad Oreste Capocasa.
    "Il territorio del riminese è un territorio sano. E'una territorio produttivo e una terra che ha grande esperienza di accoglienza. La gente è laboriosa. Non ci sono punti caldi." -- sottolinea il Questore di Rimini Alfonso Terribile - "ci punti da portare avanti ci sono attività tradizionali da seguire. Come i reati predatori che sono particolarmente dannosi nella società riminese ma non solo."
    Per prevenire e combattere il crimine gli uomini del Questore Alfonso Terribile operano e hanno operato tutti i giorni, anche in sinergia fra i vari reparti. Notevole lo sforzo degli uomini delle Volanti che, insieme al reparto prevenzione anticrimine di Bologna, hanno svolto e continuano a svolgere antiprostituzione. Sono stati inoltre potenziati gli agenti negli Uffici postali durante il periodo del ritiro pensioni, monitorati con più attenzione i parcheggiatori abusivi; 25mila euro di merce rubata in un centro commerciale è stata recuperata nel solo mese di novembre. Gli uomini di Nicola Vitale, capo della squadra mobile, hanno invece tratto in arresto ben 44 persone: 20 per reati contro il patrimonio, 8 contro le persone e 16 per droga. Tra di loro Zinnanti, l'omicida del tassista di Covignano, insieme ad amici e familiari, vicenda che potrebbe presto fornire ulteriori sviluppi; Boscarino Angelo, uno dei due responsabili di una crudele rapina a marina centro; il trafficante di droga Davide Roberto. Per quanto riguarda il reparto prevenzione crimine sono sei gli ammonimenti firmati dal questore. Crescono i casi di bullismo e di stalking, a perseguitare non sono solo uomini ma cresce il fenomeno delle donne.Alta poi l'attenzione verso i soggetti nulla facenti che si aggirano all'Infermi di Rimini. Fino ad oggi l'Ufficio immigrazione ha emesso 3 mila permessi di soggiorno; 33 provvedimenti di espulsione; 5 accompagnamenti alle frontiere,8 accompagnamenti al Cie e 17 ordini di allontanamento.
    Naturalmente per il futuro l'attenzione della polizia riminese resta alta: "Ci saranno da affrontare quelli che sono i problemi legati alla stagione turistica che vedranno un numero notevole di presenze in questo territorio -- conclude il Questore di Rimini Alfonso Terribile - ma noi saremo presenti, come in passato, per scongiurare qualsiasi tipo di crimine dannoso ai cittadini".