Advertising Console

    A lezione con un premio Oscar, Ennio Morricone sale in cattedra. Il maestro agli studenti della Luiss parla di musica nel cinema

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    78 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - Ennio Morricone è salito in cattedra e ha portato tutta la sua esperienza tra gli studenti del master di Musica e in Cinema e Televisione dell'Università Luiss di Roma, raccontando la sua carriera, le difficoltà, i successi, tra aneddoti e ricordi, concentrandosi soprattutto sulla musica nel cinema e sul suo valore storico. Quello con il maestro è stato il primo di vari "Incontri con la creatività" che vedranno passare alla Luiss una dozzina di premi Oscar. Il cinema, ha spiegato Morricone, è il linguaggio che più di ogni altro rispecchia il nostro secolo e riassume influenze, mode e situazioni in cui si identifica lo spettatore. Lui, con oltre 500 colonne sonore, è stato protagonista del cinema degli ultimi 50 anni, riuscendo sempre a mantenere la sua libertà interiore e artistica, pur dovendosi confrontare con le richieste dei registi. Non solo Giuseppe Tornatore, con cui ha festeggiato le nozze d'argento artistiche, Morricone ha svelato come sono nate le musiche di film famosi, partendo da una semplice idea, arrivata per caso, e di come non sempre sia facile lavorare con i registi."In genere la musica non può fare niente per un film mediocre, ma una mediocre musica per un film bello può anche andare bene, meglio se la musica è bella e straordinaria per un film straordinario".E il suo consiglio per gli studenti che vogliono seguire le sue orme, suona più come un avvertimento: "Dovete pensare di cominciare a soffrire, perché questa è una professione che, quando si sono studiati per dieci anni, dodici o tredici anni, si esce dal Conservatorio con un grande diploma di composizione, dieci, dieci e lode, si arriva all'anno zero. Questo anno zero vuol dire che lì cominciate".