Nigeria, un treno per riunire il Nord islamico al Sud cattolico. Dopo 20 anni riaperte da dicembre le linee ferroviarie indiane

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
20 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Lagos (TMNews) - Più che un un mezzo di trasporto è un vero e proprio ponte tra culture, tra ideologie, tra religioni. La linea ferroviaria Lagos-Kano, in Nigeria, collega le due estremità del Paese, dalla capitale economica al Sud alla più grande città del Nord, divise da quasi 1000 km e un viaggio di oltre 26 ore. Il suo percorso tuttavia assume anche un valore simbolico, perché rappresenta il trait d'union tra due parti di un paese drammaticamente diviso tra la maggioranza musulmana al Nord e il Sud cristiano. "E' la prima volta che prendo il treno - dice eccitata Maria - non l'ho mai fatto prima e non ho alcuna idea di quando arriveremo"."Pian piano hanno cominciato a informare la gente della ripresa dei servizi ferroviari - aggiunge David - potrebbero però fare molto di più di quel che già fanno per invogliare le persone a riprendere il treno".I biglietti vanno dai 10 euro della classe più economica, ai circa 50 di un vagone letto biposto con servizi igienici privati. Per decenni la linea ferroviaria è stata chiusa ma ora è stata riaperta anche per fronteggiare la grave carenza dei trasporti pubblici in Nigeria nonché la scarsa sicurezza dei viaggi in auto, per i continui assalti dei banditi e per le violenze interreligiose da parte degli estremisti islamici."L'ultima volta che ho preso un treno è stata 20 anni fa - dice quest'anziano passeggero - però non so come andrà. A causa della situazione generale nel Paese la gente magari è più portata a abbandonare le stazioni ferroviarie e a viaggiare con i bus di lusso delle compagnie private".(immagini Afp)

0 commenti