Nuova bufera su sanità lombarda. De Felice (Dia): è solo inizio. Sette arresti, tra cui ex direttore della Padania

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
288 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Nuova bufera sulla sanità lombarda. L'ex direttore della Padania, Leonardo Boriani, l'ex consigliere regionale lombardo Massimo Guarischi e i vertici della Hermex Italia sono tra le sette persone arrestate dalla Dia di Milano per "gravi e diffusi episodi di corruzione" connessi ad appalti per costosi macchinari medici di quattro ospedali lombardi. Tra i 13 indagati spiccano i nomi di Carlo Lucchina, già direttore generale della sanità lombarda, e dei direttori generali dell'ospedale di Chiari (Brescia), di Cremona e dell'Istituto dei tumori di Milano, oltre ad un dirigente del San Gerardo di Monza. L'inchiesta, coordinata dai Pm Claudio Gittardi della Dda di Milano e Antonio D'Alessio, è nata dalle indagini sull'ex direttore sanitario della Asl di Pavia, Carlo Chiriaco, arrestato nel luglio 2010 nell'ambito dell'operazione 'Infinito' contro la 'ndrangheta in Lombardia.Come Il capo della Direzione investigativa antimafia Arturo De Felice, questi arresti non sono che l'inzio.

0 commenti