Conclave animato: tutto ciò che accade all'interno della Sistina. L'ingresso, la votazione, lo scrutinio e l'elezione

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
53 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Città del Vaticano (TMNews) - L'attenzione per il Conclave che inizia il 12 marzo è mondiale. Ma nessuno, al di fuori dei 115 cardinali, sa cosa accade quando il portone della Cappella Sistina si chiude. In questa animazione viene ricostruito ciò che accade dopo l'extra omnes.Il primo appuntamento è per la Messa "pro eligendo Pontifice", nella Basilica di San Pietro, aperta ai fedeli. Nel pomeriggio i 115 cardinali di tutto il mondo entrano nella Sistina, cantando il tradizionale "Veni Creator". Dopo il giuramento e l'"Extra omnes" del maestro delle cerimonie pontificie, si procede al conteggio dei cardinali.Un avolta conclusa questa operazione ai cardinali viene consegnata una sorta di scheda elettorale: si tratta un foglietto come questo con la scritta "Eligo in Summum Pontificem" e una riga bianca dove apporre il nome di chi si intende votare. Poi, ciascun cardinale va a imbucare nell'urna la propria scheda, sotto la supervisione di tre cardinali eletti scrutatori.Quando tutti e 115 gli elettori hanno inserito la scheda, si procede allo spoglio. Se il candidato raggiunge la maggioranza dei due terzi, ovvero 77 voti, c'è il Papa. Il 12 marzo si tiene una sola votazione. Dal giorno successivo sono previste 2 votazioni la mattina, due il pomeriggio, finchè non viene scelto un vincitore.Quando è stata raggiunta la maggioranza dei due terzi, le schede vengono sigillate e fatte bruciare in una delle due stufe allestite all'interno della Sistina. A questo punto l'attenzione si sposta sul camino della Sistina: se la fimata è nera, vuol dire che i cardinali elettori non hanno trovato l'accordo su un nome, se bianca vuol dire che la Chiesa ha un nuovo Papa.

0 commenti