Pdl ritorna in piazza: "La campagna elettorale non è finita". Sul nuovo governo: Quirinale dia mandato a chi ferma recessione

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Lesmo, (TMNews) - Lo schieramento di telecamere all'ingresso di villa Gernetto, a Lesmo, rivela la portata della riunione che si consuma all'interno. Silvio Berlusconi ha convocato nella sua residenza brianzola tutti gli eletti del Pdl, in Parlamento e in Lombardia. Tre ore per definire, oltre alla squadra per il Pirellone, le mosse del partito a livello nazionale. All'uscita è Paolo Romani, ex ministro del governo Berlusconi, a fare il punto."Il 23 di questo mese saremo tutti a Roma. Sarà l'inizio delle piazze della Libertà. Presidieremo la democrazia". Il clima resta da campagna elettorale, come conferma anche Mariastella Gelmini."La campagna elettorale per noi non è terminata. Gli appuntamenti in piazza del 23 marzo denotano la volontà di Berlusconi e del Pdl di uscire dal Palazzo e stare tra la gente".La giustizia è uno dei temi della piazza del Pdl perchè "è giusto che i cittadini sappiano dell'attacco in corso a Berlusconi", tuona Romani che dalla lotta, poi, passa ai temi di governo. Non pronuncia mai la parola governissimo nè il nome di Bersani ma il messaggio all'indirizzo dei democratici è chiaro"Vogliamo un governo che possa decidere. Spetta al partito di maggioranza decidere e al Presidente della Repubblica di dare mandato a chi consente al Paese di uscire dalla recessione".

0 commenti