Bus a idrogeno in val di Fiemme, il mondiale di sci è "green". Sperimentate navette con celle a combustibile per i giornalisti

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
84 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Val di Fiemme (TMNews) -Bus alimentati da celle a combustibile a idrogeno, come quelle che danno energia alla Stazione spaziale internazionale; è la nuova frontiera della mobilità ecosostenibile, sperimentata al Campionato mondiale di sci nordico, in corso in val di Fiemme, in Trentino che si confermano i più "green" della storia. Paolo Delzanno della Dolomitech, l'azienda che ha realizzato i bus."Caratteristica peculiare di questo veicolo - spiega - rispetto a quelli che sono in fase di sviluppo (perchè si tratta di una tecnologia non ancora matura), è il fatto di poter funzionare sotto zero e coprire percorsi montuosisenza limitazioni di sorta"Le pile a combustibile sono in sostanza dei convertitori elettrochimici che trasformano l'idrogeno nell'energia elettrica che fa avanzare il veicolo. I bus in questione, fatti realizzare appositamente dall'azienda Trentino trasporti, vengono utilizzati come navette per i giornalisti accreditati al mondiale. Il perché ce lo spiega Nicola Beber, di Trentino Trasporti."Questo prodotto è trentino - dice - quindi anche un motivo d'orgoglio. La sperimentazione coglie anche l'occsione dei mondiali come palcoscenico per tutto il mondo per far vedere che nel 2013 è possibile trasportare delle persone senza emissioni di gas tossici o gas serra".L'iniziativa è in linea con l'obiettivo "20-20-20" dell'Unione Europea che si propone di ridurre del 20% i consumi da fonti primarie e le emissioni di gas climalteranti e, al tempo stesso di aumentare, sempre del 20% le quote di fonti rinnovabili.

0 commenti