Advertising Console

    Catania il giorno dopo la tempesta, i cittadini contano i danni. Paura e polemiche in seguito alla "bomba d'acqua" sulla città

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    39 visualizzazioni
    Catania (TMNews) - I cittadini catanesi contano i danni e provano a ripartire dopo la "bomba d'acqua" che si è abbattuta sulla città, trasformando le strade in un vero e proprio fiume in piena, come dimostrano queste immagini amatoriali pubblicate su Youtube. Rientrato l'allarme per 2 cittadini inizialmente dati per dispersi ma la città appare devastata: tetti danneggiati, strade divelte, negozi e palazzi allagati. La paura è stata tanta, soprattutto, dicono, per l'apparente impossibilità di sfuggire alla furia dell'acqua, in alcuni punti profonda anche un metro."Il panico abbiamo avuto - dice questa commerciante - i danni sì ma la paura è stata peri ragazzi che stavano qua dentro e i clienti, dei ragazzi francesi che si sono spaventati"."Le macchine che scendevano sole - aggiunge questo ragazzo - gli scooter. Non si capiva più niente".Il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli ha ordinato la chiusura delle scuole di ogni grado al fine di verificare le condizioni degli edifici. Ma i catanesi lamentano soprattutto il mancato allarme da parte della Protezione civile - che tuttavia respinge ogni accusa - per quella che, dicono, era una situazione facilmente prevedibile."Succede sempre questa situazione in Piazza Duomo - dice un cittadino - annulamente, regolarmente"."Praticamente - aggiunge un testimone - tutte le botole dell'Acqua, Enel e via discutendo sono saltate fuori".Chiuso per precauzione, per circa un'ora, anche l'aeroporto di Fontanarossa: quattro voli in arrivo sono stati dirottati a Palermo.