Palermo, scoperti dalla GdF 3 milioni di prodotti contraffatti. Abbigliamento, giocattoli e orologi non a norma, 2 denunciati

askanews

per askanews

871
26 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Palermo (TMNews) - Quasi 3 milioni di prodotti cinesi contraffatti, tra giocattoli, capi di abbigliamento e materiale elettronico privi del marchio di conformità alle norme dell'Unione europea sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza di Palermo in un maxi deposito della capoluogo siciliano, riconducibile ai titolari di due noti empori del centro cittadino.Denunciate alla Procura i responsabili: un uomo e una donna, entrambi cinquantenni di nazionalità cinese. Sequestrato, invece,il materiale la cui vendita avrebbe potuto fruttare tra gli 8 e i 10 milioni di Euro.Durante la perquisizione del deposito le Fiamme gialle si sono trovate in un vero e proprio labirinto, con stanze nascoste in altre stanze, in cui erano ammassate tonnellate di scatoloni con indicazioni in lingua cinese. Su richiesta dei militari, i commercianti non hanno esibito una documentazione che fosse sufficiente a giustificare la presenza di tutto quel materiale, risultato peraltro non a norma e potenzialmente pericoloso per la salute dei consumatori.Le indagini erano partite dalla scoperta di un ingente traffico di denaro in contante, 300mila euro in poco più d'un mese, da parte di soggetti in transito dall'aeroporto di Palermo. Somme usate, verosimilmente per ordinare la merce contraffatta.

0 commenti