Advertising Console

    Andria: i tabelloni per le affissioni elettorali nuovi di zecca ma completamente vuoti

    Riposta
    VideoAndria

    per VideoAndria

    69
    34 visualizzazioni
    http://www.videoandria.com/ Nelle campagne elettorali dove per essere eletti bisogna scrivere il nome e cognome del candidato sono il massimo oggetto del desiderio e pur di occuparli, legalmente, abusivamente, prepotentemente o impunemente si è disposti a tutto. Si cercano (trovandoli) i più spregiudicati galoppini che abbiano tempo e soprattutto brutte facce in grado di destare paura e timore in quei candidati che, pensando di trovare nella politica lo spazio per esprimere le proprie idee e magari anche le proprie azioni, si affannano personalmente ad incollare qualche proprio manifesto in quello spazio assegnatogli regolarmente. Stiamo parlando dei tabelloni per le affissioni elettorali che, a centinaia, sono sparsi per la città di Andria ma rimasti inesorabilmente quasi tutti vuoti.

    Sono lucidi, nuovissimi, sembrano appena acquistati e zeccati dal pubblico erario, spesso ubicati nei posti più impensabili addirittura occupando gli spazi per il transito dei disabili o dei mezzi pubblici. Come dire, è tempo di elezioni, dobbiamo mandare a Roma i nostri rappresentanti e tutto il resto non conta.

    Eppure loro, gli ultimi nominati, di quei tabelloni non sanno che farsene perché, tanto, il posto a Roma l'hanno già ottenuto per altre vie.

    Perché quindi "investire" in costose campagne elettorali quando il risultato è già acquisito per grazia ricevuta?

    Ci sentiamo di avanzare una modesta proposta: trasferire l'intera propaganda elettorale non più sui costosi ed inutilizzati tabelloni elettorali comunali ma mettere a disposizione di ciascuna coalizione, candidato, Partito o Movimento Politico uno spazio pubblico Web in modo che chi proprio non può fare a meno di vedere le loro facce incerate possa farlo di propria spontanea volontà ed a proprio rischio, senza l'obbligo di aprire le finestre della propria abitazione e vedere di fronte, sui tabelloni, il manifesto con il viso sorridente e beffardo di chi ti dice: "anche questa volta ti sto fregando".

    Cordialità.

    Andria, 19 febbraio 2013

    Il Responsabile Ufficio Relazioni Sociali

    Associazione "Io Ci Sono!"

    M. Attimonelli

    http://www.videoandria.com/