Advertising Console

    Trentola Ducenta (CE) - Griffo premia i diplomati dello Scientifico (13.02.13)

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    761
    11 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - Trentola Ducenta (CE) - Folla dalle grandi occasioni e tifo da stadio al meeting tenutesi, mercoledì scorso nella sala della biblioteca comunale, dove il sindaco Michele Griffo, ha consegnato a 52 allievi che nel 2012, hanno conseguito il diploma di maturità al liceo scientifico "Enrico Fermi", sezione staccata di Trentola Ducenta. Una realtà scolastica, fortemente voluta dall'amministrazione comunale e dal sindaco Griffo, che in pochi anni è riuscito a mettere in atto ogni consentita iniziativa, allo stato attuale 2 le sedi sul territorio cittadino, 540 allievi, centinaia di personale del quadro permanente, una vera e propria cittadella dell'istruzione che per efficienza e funzionalità, è ai primi posti della provincia di Caserta, e di tutto il territorio nazionale.

    Il sindaco Griffo ha commentato: "Ritrovarsi a fianco a giovani, cha hanno appena conseguito il diploma di maturità è riprovare una emozione, che porta a investire ogni sforzo, per un futuro sempre migliore della vita, dei nostri giovani, che sono l'orgoglio dei genitori,vedono i loro figli crescere e comportarsi bene, e che ricevono dall'istruzione scolastica non solo una buona formazione professionale e culturale, formati per poter sempre meglio comprendere e capire i valori della libertà, del rispetto, dei diritti,dei doveri, per la difesa della dignità, la stessa che devono mettere al centro e alla fine di ogni azione della loro esistenza". Griffo ha aggiunto: "I giovani non sono vasi da riempire, ma fiaccole da accendere, devono voler bene, all'istruzione scolastica, alla dirigente, al quadro permanete, all'amministrazione comunale, alle parti sociali, e a tutti quanti investono nel loro futuro".

    Sulla stessa lunghezza d'onda la dirigente scolastica Adriana Mincione: "I genitori ci affidano i loro figli pesa sulla nostra coscienza non solo la loro formazione culturale, ma soprattutto prepararli alla vita, al rispetto delle regole, creando così un rapporto specia