Prototipo di Jet nel giardino, l'Uganda vuole andare nello spazio. Il povero paese africano vara un programma di ricerca spaziale

askanews

per askanews

901
764 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Kampala (TMNews) - Stati Uniti, Russia, Europa, Giappone, Cina e ora... anche l'Uganda. La corsa alla conquista dello spazio sta per arricchirsi di un nuovo partecipante anche se, per il Paese africano, decisamente più povero dei suoi antagonisti, la strada da fare prima di poter inviare una sonda in orbita è tutta in salita. Un programma spaziale africano, tuttavia, esiste ancorché piuttosto rustico; al momento sta tutto in questo rudimentale prototipo di jet, il primo mai costruito in Africa, messo a punto in un giardino di Kampala, come primo passo verso le stelle. All'opera un team di ingengneri guidati da Chris Nsamba, fondatore dell'African space resaerch programme."Quando avremo finito il nostro lavoro - spiega - quando il nostro progetto sarà finito sarà questo a parlare a nostro nome e nessuno potrà dire che siamo dei pazzi".I colleghi di Nsamba sono entusiasti, alcuni si sono già candidati per diventare piloti del prototipo quando (e se) volerà. Ma c'è ancora molto da fare e ci vogliono tanti soldi."Adesso abbiamo bisogno di investire il denaro in altre opere - spiega questo giovane - costruire strade, ospedali, finanzaire la sanità pubblica che non è in buone condizioni. E' una buona idea ma ci vuole un po' di tempo per investire il denaro"."Penso che la ricerca spaziale sia molto importante, essenziale direi - aggiunge questa ragazza - perché a mio avviso prima di ogni cosa è necessario educare la gente".Gli alti e bassi tuttavia non spaventano Nsamba e il suo team di "pionieri dello spazio", convinti che nel giro di 4 o al massimo 5 anni una sonda africana solcherà l'orbita terrestre aprendo la strada a un possibile primo astronauta ugandese.(Immagini Afp)

0 commenti