Al via l'Aero India Show, in ballo contratti miliardari. Presenti a Bangalore aziende provenienti da 78 paesi del mondo

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

900
42 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Bangalore (TMNews) - Ha aperto i battenti a Bangalore, la nona edizione dell'Aero India show, considerata la più importante manifestazione aerea d'Asia e, secondo gli esperti, per numero di partecipanti e spazio occupato quest'anno sulla base aerea militare di Yelahanka, la più grande mai realizzata. Settantotto le delegazioni provenienti da tutto il mondo, con oltre 600 aziende giunte in India per presentare i prodotti più avanzati dell'industria aerospaziale mondiale sia per quanto riguarda il trasporto civile sia per l'impiego militare.Presente anche l'Italia con gli aerei, gli elicotteri e la componentistica realizzati dalle aziende del gruppo Finmeccanica.Grandi assenti invece i caccia da combattimento. Il fatto che la francese Dassault con il Rafale sia in netto vantaggio nella gara per la fornitura di 125 aerei da caccia all'aviazione indiana - un contratto da 12 miliardi di dollari - ha spinto molte aziende del settore come il consorzio Eurofighter con il Typhoon, gli americani Lockeed-Martin e Boeing con l'F-16 e l'F-18 o ancora la russa Mikoyan con il MiG-35, a non inviare a Bangalore aerei da combattimento, puntando invece su altre tipologie di aeromobili.Al di là delle esibizioni, che terranno con il fiato sospeso migliaia di visitatori, l'evento a cadenza biennale, infatti è soprattutto una grande occasione per le aziende che producono aerei e componenti aeronautici per stringere accordi e stipulare contratti miliardari. In particolare per il trasporto aereo indiano, settore considerato strategico e in grande espansione. La Boeing stima che nei prossimi 20 anni ci sarà bisogno di 1.450 aerei per un valore di 175 miliardi di dollari.(Immagini Afp)

0 commenti