Fiat, Landini a Pomigliano: inaccettabile silenzio della politica. Leader Fiom: azienda viola diritti costituzionali dei lavoratori

askanews

per askanews

901
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Pomigliano d'Arco, (TMNews) - Il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, si è presentato ai cancelli dello stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco per portare solidarietà ai lavoratori in cassa integrazione e ai 19 operai reintegrati ma tenuti fuori dalla fabbrica."Siamo di fronte - ha detto - all'arroganza della Fiat che che pur di non avere in fabbrica i lavoratori Fiom li paga purché stiano fuori. La Fiat ha fatto tutto quello che non era mai stato fatto per cercare di decidere lei quali sono i sindacati e i lavoratori che possono esistere. Questa è una violazione della Costituzione.Landini poi ha lanciato una richiesta ai politici che governano il Paese e a quelli che si candidano a governarlo dopo le elezioni politiche"Colgo l'occasione di essere qui non solo per portare la solidarietà ai 19 avoratori che stanno vivendo una fase molto difficile, ma per dire che c'è bisogno che la politica parli e che intervenga. E credo - ha concluso Landini - che chi si candida a governare il Paese debba dire con chiarezza cosa intende fare".

0 commenti