Carnevale di Viareggio, torna la satira politica di cartapesta. Monti, Berlusconi, Bersani, Grillo: ce n'è per tutti

TM News  Video
833
73 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - E' un rito che va in scena ogni anno, nei giorni in cui, come vuole la tradizione latina, è lecito "insanire". Ma la satira del Carnevale di Viareggio, uno dei più famosi del mondo, mai come in questo periodo sembra dare voce ai pensieri di molti italiani, piuttosto arrabbiati con la politica. E dunque, ecco la rappresentazione di un possibile "buon partito", che vanta molte, e un po' inquietanti pretendenti, come spiega l'artista Massimo Breschi. "Abbiamo Vendola e Alfano, che sono le spose, tutte ambiscono allo sposo Bersani, però c'è anche lo sposo Di Pietro, che non lo vuol nessuno e lui è un po' incavolato". Da segnalare poi la posizione del presidente del Carnevale, Alessandro Santini, che invita i politici a pensare alla satira in maniera quantomeno originale. "Se il politico - spiega - è furbo e intelligente accetta la satira e comprende quanto è importante essere rappresentati sui nostri carri di cartapesta. Se il politico si offende verrà sbeffeggiato ancora di più e peggio sarà per lui".In attesa di sapere come reagiranno Monti, Napolitano o Berlusconi, in Versilia i preparativi proseguono. E l'imminenza delle elezioni rende questa edizione del Carnevale probabilmente ancora più attesa.(Immagini Afp)

0 commenti