Napoli - Intervista a Rispoli su spaccatura pdl (21.01.13)

Prova il nostro nuovo lettore
Pupia

per Pupia

647
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Napoli - Le primarie cancellate con un colpo di spugna da Berlusconi, la presenza scomoda di Nicola Cosentino, la gestione del partito napoletano ad opera del commissario, Francesco Nitto Palma. Le cause della spaccatura del pdl di Napoli in vista delle prossime elezioni sono molteplici per il presidente del consiglio provinciale, Luigi Rispoli. Uomo forte della destra storica della città e tra i primi a lasciare il partito e passare nella nuova formazione Fratelli d'Italia, Rispoli commenta a 360 gradi i retroscena che hanno determinato la fuga di molti esponenti del partito, che ha rappresentato la maggioranza di governo nell'ultima legislatura ed è riuscito a strappare solo tre anni fa la Regione Campania alla gestione del centro sinistra. Oltre a Rispoli, capolista al Senato alle prossime elezioni per Campania 1, hanno lasciato il pdl anche l'assessore regionale Marcello Taglialatela, il presidente della provincia di Salerno Cirielli e i consiglieri comunali di Napoli, Vincenzo Moretto e Marco Nonno. Presto tra i transfughi ci potrebbe essere anche mister 25mila voti, Fulvio Martusciello, con Berlusconi dai tempi di Forza Italia. (21.01.13)

0 commenti