Advertising Console

    Russia, lotta silenziosa degli Alcolisti anonimi alla dipendenza. Osteggiati dalla mentalità ma hanno migliaia di iscritti

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    62 visualizzazioni
    Mosca, (TMNews) - Si riuniscono per parlare della loro esperienza e raccontare i problemi a chi li può capire davvero: gli altri alcolisti. In Russia il movimento degli Alcolisti anonimi è arrivato da più di 20 anni: circa 400 gruppi raccolgono 10mila persone e insegnano ad affrontare l'alcolismo con il dialogo."Ho capito che ero un'alcolista circa cinque anni fa - racconta questa donna - quando ho cominciato ad avere le crisi e la mia vita è diventata insopportabile, era completamente dipendente dall'alcol".Il metodo, arrivato dall'America, non è accettato da tutti: la mentalità tradizionale non vede di buon occhio che si confessino apertamente le debolezze, la chiesa ortodossa bolla gli Alcolisti anonimi come "setta" perchè fanno riferimento a una forza spiriturale che li aiuta a superare la dipendenza."Tutti quelli che vogliono guarire devono attraversare le 12 tappe illustrate nel libro degli Alcolisti anonimi - dice un altro iscritto - c'è un programma spirituale per guarire"."La nostra comunità è internazionale, non abbiamo alcun dio. Facciamo riferimento a una potenza superiore, non ci sono divisioni religiose, questa forza è ciò a cui si aggrappa chi viene qui".La letteratura russa, da Dostojevskij in poi, è piena di uomini che bevono, per sopportare le ingiustizie dell'esistenza: una mentalità che si dimostra dura a morire. Ogni anno in Russia l'alcol fa mezzo milione di morti.(immagini AFP)