Advertising Console

    Costa Concordia, la nave non verrà svuotata dell'acqua. A febbraio verrà reso noto in quale porto verrà portata la nave

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    177 visualizzazioni
    Isola del Giglio (TMNews) - La Costa Concordia non verrà svuotata dell'acqua che la riempie prima prima di essere rimessa in galleggiamento. Lo ha spiegato Sergio Girotto, project manager di Micoperi l'azienda che, insieme con l'americana Titan Salvage si occupa dei lavori di rimozione della nave naufragata all'isola del Giglio la sera del 13 gennaio 2012."La nave non può essere alleggerita dall'acqua - dice - perché ha una falla di 50 metri dalla quale l'acqua entra liberamente. Poi ha una serie di danneggiamenti nella parte dove è appoggiata, dove l'acqua entra ed esce liberamente quindi anche volendo è impossibile sigillare la nave, quindi la rimozione di acqua non aiuterebbe l'operazione".Diverso, invece, è il caso degli interventi in aree della nave dove sono presenti materiali potenzialmente inquinanti, ritenuti fattibili anzi prioritari. Intanto la Costa ha fatto sapere che il porto del Mediterraneo dove verrà portato il relitto della Costa Concordia una volta rimessa in galleggiamento e rimossa dalla Isola del Giglio, verrà reso noto entro il mese di febbraio 2013. Operazione che, ha ribadito il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, dovrebbe avvenire entro settembre 2013. Il costo totale della rimozione ammonterà a 400mila euro, 100mila più di quanto inizialmente previsto.