A Gaza il primo ristorante al mondo con personale non udente. La lingua ufficiale usata per comunicare è quella "dei segni"

askanews

per askanews

847
170 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Gaza (TMNews) - Non c'è nessun errore tecnico, questo è esattamente quello che percepisce, o meglio che NON percepisce un non udente, costretto a vivere in un mondo ovattato e privo di suoni. Ma a Gaza esiste un ristorante, "Aftaluna" in cui la maggior parte degli impiegati è costituita da sordi e dove la lingua ufficiale è la "lingua dei segni"."Questo è un ottimo esempio del fatto che anche le persone sorde possono essere utili e avere successo - spiega, attraverso il suo interprete, il cameriere Ahmed - sono perfettamente in grado di comunicare e non sono per niente in difficoltà quando si tratta di accogliere i clienti e interagire con loro".Circa l'1,5% degli abitanti di Gaza soffre di sordità. Una situazione particolarmente difficile in un territorio già martoriato da anni di guerra civile e dove è molto difficile trovare lavoro, con un tasso di disoccupazione del 30%. Per questo è nata l'associazione "Aftaluna" che ha lo scopo di favorire l'integrazione dei non udenti"."Cerchiamo di aiutarli a trovare un impiego - dice Dalia, volontaria dell'associazione - tuttavia non è affatto semplice, perché i posti a disposizione per loro sono davvero pochi. Questo ristorante, però, permette di valorizzare le loro competenze e le loro esperienze".I dipendenti dell'Aftaluna ricevono un addestramento di circa 8 mesi, al termine dei quali sono perfettamente in grado di gestire la sala e la cucina facendo sentire i clienti come a casa loro, con l'unica accortezza di indicare sui menù la propria scelta anziché riferirla a voce.(Immagini Afp)

0 commenti