Hillary Clinton "impaziente" di tornare al lavoro. Portavoce Dipartimento Stato: testimonierà su attentato Bengasi

askanews

per askanews

844
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
New York, (TMNews) - A poche ore dalle dimissioni dall'ospedale di New York, dove era stata ricoverata per un embolo, Hillary Clinton fa sapere di essere impaziente di tornare al lavoro. Il suo rientro potrebbe avvenire già la prossima settimana, come ha annunciato ai giornalisti la portavoce del dipartimento di Stato, Victoria Nuland."E' a casa a New York, sta parlando col suo staff e leggendo i giornali a casa. Sembra in forma, sta già pensando di tornare a lavorare la prossima settimana".Le parole di Nuland provano a mettere a tacere le voci, sempre più insistenti, che parlano di una Clinton molto malata. Il primo a scrivere di un tumore al cervello era stato il National Enquirer, subito smentito dal Dipartimento di Stato. Ma i dubbi non sono stati del tutto dissipati, e la stampa americana continua a pretendere chiarezza sulle reali condizioni del segretario di Stato. Di sicuro, informa la Nuland, Hillary Clinton non si sottrarrà alle domande del congresso sull'attentato a Bengasi dell'11 settembre scorso, quando rimasero uccisi 4 americani tra cui l'ambasciatore Chris Stevens."E' ben determinata a testimoniare davanti al Congresso - ha detto - lavoriamo con le commissioni per decidere la data".(Immagini Afp)

0 commenti