Ruoppolo Teleacras - Il video della concussione

Bestiacane
311
133 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il servizio di Angelo Ruoppolo ( https://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538 ) Teleacras Agrigento del 28 dicembre 2012.
Ecco il video che ha incastrato il finanziere di Licata, Graziano Bianco, gia' condannato dal Tribunale di Agrigento per concussione a danno di un imprenditore.
Ecco il testo :
E' il 17 marzo 2012, ore 11.42. Un imprenditore originario di Licata e' a bordo della Yaris Toyota del finanziere licatese Graziano Bianco, 33 anni, in servizio alla Procura di Gela. L' imprenditore entra dentro l'automobile e consegna dei soldi, poggiandoli sul cruscotto. Graziano Bianco li aggancia con la mano destra, verso la sua tasca. Si tratta di 5mila euro, ed e' la prima rata dei 60 mila euro che sono stati pattuiti affinche' si insabbiassero delle indagini su irregolarita' legate alle legge 488 e si risolvesse l' ostacolo di un decreto a favore dell' imprenditore. Nell' orologio dell' imprenditore e' stata nascosta una microtelecamera che registra audio e video tutto cio' che accade. L' imprenditore, verosimilmente riferendosi a ritardi e difficolta', chiede : " ma io ti ho chiesto mai niente, quale e' il problema che si pongono questi"... E il finanziere risponde : "il problema che si pongono questi"...prima di rispondere pero', " non si offenda, le dispiace chiudere il telefono"... poi risponde alla domanda quale e' il problema che si pongono questi, cosi' : " questi prendono di sopra come le prostitute"... L' imprenditore rilancia : " e perche' ? "... Poi, Graziano Bianco risponde : "fin'adesso abbiamo temporeggiato e non abbiamo visto niente...stiamo dando delle sicurezze"...L' imprenditore lo interrompe e spiega...Poi, in conclusione, le parole del finanziere, quasi minacciose, " il decreto che e' pronto, si puo' fare scomparire, hai capito"... Graziano Bianco, dietro pagamento di denaro, avrebbe promesso all' imprenditore di comunicargli notizie riservate, di ritardare l'avviso di conclusione delle indagini preliminari, e di evitare cosi' il sequestro di un villaggio turistico dello stesso imprenditore in provincia di Caltanissetta. Graziano Bianco e' stato arrestato lo scorso 31 marzo, e lo scorso 14 dicembre il Tribunale di Agrigento, a conclusione del giudizio abbreviato, lo ha condannato a 3 anni di reclusione, infliggendogli anche l' interdizione perpetua dai pubblici uffici.

0 commenti