Album 2012 - Un anno di scienza: dal Bosone di Higgs a Marte. La scoperta del Cern della chiave dell'Universo

207 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - "Vorrei aggiungere le mie congratulazioni a tutti quelli che hanno contribuito a questo straordinario risultato. Davvero la cosa più incredibile mai accaduta nella mia vita".Ha la voce rotta dall'emozione Peter Higgs mentre al Cern di Ginevra ringrazia gli scienziati che hanno dimostrato l'esistenza del Bosone di Higgs; la particella porta il nome di questo fisico britannico perché fu proprio lui a teorizzarne l'esistenza agli inizi degli anni 60. Alla scoperta hanno contribuito anche due italiani: Fabiola Gianotti e Guido Tonelli. E' una delle scoperte più importanti in campo scientifico, e non solo del 2012, che dà agli scienziati una delle chiavi per capire l'origine dell'Universo.Applausi e lacrime di gioia accompagnano un altro grande passo per la scienza: i ricercatori della Nasa festeggiano l'atterraggio perfettamente riuscito della sonda Curiosity su Marte. La missione del rover è studiare tutti i segreti del Pianeta Rosso grazie alle complesse strumentazioni a bordo, che ne fanno un laboratorio mobile completo.Gli Stati Uniti partono alla conquista di Marte proprio nell'anno in cui scompaiono due eroi dello spazio, Neil Armstrong, primo uomo sulla Luna morto ad 82 anni e Sally Ride prima donna americana fra le stelle.Da 02.14 in poiNon solo. Il 2012 è anche l'anno in cui viene dato l'addio definitivo al padrone dei cieli, lo Space Shuttle. Dopo aver concluso la sua decennale carriera nel 2011 con le ultime missioni, il grande vecchio della Nasa nel 2012 lascia definitivamente il campo: le navette Atlantis, Discovery ed Endeavour vengono portate nei musei, con un ultimo lungo e spettacolare viaggio.

0 commenti