Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - Piantagioni a Licata

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    3,2K
    89 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo Teleacras Agrigento ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) dell' 11 maggio 2009. Operazione antidroga della Polizia a Licata: scoperte due maxi piantagioni di marijuana (per il video seleziona Alta qualità cliccando su HQ in basso a destra dello schermo).
    Ecco il testo:
    Licata dall' alto. L' elicottero che vola sulle contrade "Pozzillo" e "Poggiovento". Nel frattempo, la Polizia penitenziaria accompagna in carcere un agricoltore, così, dentro un cella del Petrusa di Agrigento. Sì perchè nelle campagne ad est della provincia di Agrigento, tra i fiumi Akragas e Salso, non è stato coltivato il melone cantalupo ma la marijuana. Osservando da lontano i Poliziotti del Commissariato di Licata hanno dubitato. Sì perchè il melone cantalupo è verdastro, come le piante della canapa indiana, anche se poi dentro la buccia il frutto è arancione. Poi ecco il blitz, l' irruzione nel terreno, e la scoperta del verde delle foglie della marijuana. La Commissaria, Fatima Celona, e l' ispettore, Angelo Amoroso, hanno accerchiato il contadino, Vincenzo Carlino, 51 anni, proprietario del terreno. La domanda è stata scontata: "scusi lei, ma lei pensa che noi pensiamo che lei non pensa ciò che pensiamo noi ? ". Vincenzo Carlino ha balbettato. Poi è stato ammanettato. Sì perchè l' equazione è stata matematica. Come il teorema di Pitagora. Se sul terreno dei meloni cantalupo cresce rigogliosa la marijuana allora il coltivatore proprietario è responsabile, o almeno presunto tale. Le piante sono state estirpate. Sono già alte un metro e mezzo, anche due. Pensate, i poliziotti licatesi ne hanno contate 100. Poi le hanno pesate: 80 chili. Adesso la foresta stupefacente è custodita dentro i locali del Commissariato, al civico 1 di via Campobello. Le indagini proseguono. Infatti: ancora a Licata, in contrada "Piano Stretto", i poliziotti hanno scoperto e sequestrato un' altra piantagione di marijuana: 234 piante per 340 chili. Un bracciante agricolo di 25 anni è stato denunciato per coltivazione di stupefacenti.