Advertising Console

    Ruoppolo Teleacras - Operazione Mini One

    Riposta
    Bestiacane

    per Bestiacane

    2,2K
    36 visualizzazioni
    Il servizio di Angelo Ruoppolo ( http://www.facebook.com/pages/Angelo-Ruoppolo/40129859538?ref=search ) Teleacras Agrigento del 20 dicembre 2008. Traffico e spaccio di stupefacenti. Operazione "Mini One" dei Carabinieri e della Procura della Repubblica di Agrigento. 10 arresti e 3 divieti di dimora ( per il video seleziona Alta qualità in basso a destra dello schermo).
    Ecco il testo:
    Eccola quì, è una automobile, una "Mini One". A Raffadali, al volante di una "Mini One", ha le mani lui, Luigi Galvano. I Carabinieri hanno nascosto delle cimici dentro la sua auto. Hanno ascoltato e registrato. Ecco perchè oggi è scattato il blitz cosiddetto "Mini One". 10 arresti per traffico e spaccio di stupefacenti. E 3 divieti di dimora in provincia di Agrigento. Ecco gli arrestati: a Raffadali, Luigi Galvano, 21 anni. Filis Cuffaro, 25 anni. Gerlando Pagano, 23 anni. Salvatore Gazzitano, 21 anni. Nicola Domenico Colletto, 20 anni. E Francesco Modica Amore, 23 anni. Poi Emanuele Guerrera, 20 anni, di Sciacca, ed Antonio De Juri, 29 anni, originario di Cosenza. Poi Rocco Elia, 41 anni, di Rosarno, e adesso detenuto in Francia, a Lione, perchè è stato scoperto in possesso di 5 chili di cocaina. Poi un altro ricercato è inseguito dal mandato di cattura in Germania ed è di Siculiana. Il divieto di dimora in provincia di Agrigento è stato imposto ai raffadalesi Dino Pace, 29 anni, Carmelo Mangione, 25 anni, e Giuseppe Cuffaro, anche lui di 25 anni. Raffadali, la piazza Progresso. I genitori di alcuni tossicodipendenti sono allarmati. E così bussano alla porta del comandante della stazione dei Carabinieri, Gerlando Montana. "Aiutateci, in piazza spacciano, di tutto, droghe leggere e pesanti". Le indagini, dal maggio del 2007 in poi, coordinate dal Capitano della Compagnia di Agrigento, Giuseppe Asti, dal maggiore Salvo Leotta, e benedette dal Procuratore di Agrigento, Renato Di Natale, che, insieme alla sostituto, Maria Antonia Di Lazzaro, ha firmato le ordinanze di custodia. Marijuana, hashish, cocaina, pasticche di droga sintetica. Dalla Germania, la Calabria, verso la provincia di Agrigento. Raffadali al setaccio, assediata anche dai cani anti droga. Un traffico fiorente. Guadagni straordinari. Due grammi di cocaina, comprati a 200 euro e che poi hanno fruttato anche 2mila euro. Tanto denaro, che alcuni degli arrestati ha finto di non guadagnare. Una intercettazione: "sai, ieri ho comprato un paio di scarpe, ho pagato 300 euro però ai miei genitori ho raccontato che mi sono costate 50 euro, per non insospettirli". Poi, ancora, uno degli arrestati, per evitare i controlli, nasconde la droga nelle tasche del fratello più piccolo, che ha 10 anni. Pensate, lo stesso bambino è usato anche per assaggiare e valutare la qualità della droga, quasi una sorta di sommelier, come per il vino. Incredibile però vero. Il blitz "Il Capo dei Capi", adesso la "Mini One". Carabinieri e Procura di Agrigento in prima linea nelle attività di contrasto allo spaccio di droga.....