Niscemi, cortei e presidi per dire no al Muos: "Danni a salute". Contro il sistema militare Usa per il controllo dei droni

59 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Niscemi (TMNews) - Torri radio fino a 150 metri d'altezza e antenne radar con un diametro di quasi 20 metri a Niscemi, in provincia di Caltanissetta. Si tratta del Muos il Mobile User Objective System ovvero il nuovo sistema di comunicazione militare ad altissima frequenza delle forze armate statunitensi per il controllo dei droni, gli aerei senza pilota, sempre più protagonisti dei nuovi scenari di guerra.L'impianto è in costruzione nella riserva naturale della Sughereta e in altre tre basi in Virginia, alle Hawaii e in Australia. I cittadini siciliani sono molto preoccupati e hanno organizzato presidi e cortei, anche vestendosi da zombie per cercare di bloccare il sito.Upsound da 00,53 a 00,56"Soprattutto è uno strumento di guerra e di morte"Upsound da 6,24 a 6,28"Noi non vogliamo essere complici delle guerre che stanno facendo e continueranno a fare".Uno studio del Politecnico di Torino ha dimostrato come le onde elettromagnetiche generate dai trasmettitori potrebbero avere gravi conseguenze sulla salute e sull'ambiente.Upsound da 1,36 a 1,48"L'Istituto Superiore di Sanità ha fatto una indagine e il 20% della popolazione ha tassi di arsenico e altri materiali pesanti 1.500 volte superiori a quelli normali".Il Muos amplia il già esistente sistema Nrtf, costituito dalle 44 antenne presenti nell'area. La procura di Caltagirone ad ottobre aveva ordinato il sequestro dei cantieri, ma il provvedimento è stato annullato dal tribunale del Riesame di Catania. Ora i cittadini chiedono che il neo presidente della regione Crocetta mantenga la promessa elettorale e revochi le autorizzazioni all'edificazione.

0 commenti