Betony Vernon, il sesso come simbolo artistico dell'origine. La designer americana in Triennale a "Kama: Sesso e Design"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
378 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Una carriera artistica dedicata alla demolizione del tabù che circonda l'esperienza del piacere, e ora il debutto nella scultura più classica, quella che lavora sul marmo, sempre all'insegna della celebrazione dell'amore e del sesso. Betony Vernon è una designer americana, celebre per una serie di gioielli dedicati alla sensualità, che presenta alla Triennale di Milano una sedia dalla forma decisamente erotica, "Origin Chair"."Senz'altro - ci ha detto l'artista - è una celebrazione della vita, dell'uomo, della donna, della loro unione, dell'amore, del sesso che delle volte porta anche l'amore, grazie al cielo, ed è l'origine di tutti i noi".Betony Vernon sta esponendo le proprie opere all'interno della mostra "Kama: Sesso e Design", che esplora le molte sfaccettature della creatività ispirata alla sessualità e all'erotismo. "Trovo che gli italiani - ha aggiunto la designer - sono molto più aperti di molti altri, non a caso siamo qui al Kama Sex&Design in Triennale a Milano, e non siamo a Londra, non siamo a New York, siamo qui, e noi, dico noi perché io mi sento italiano dopo 25 anni, abbiamo un grandissimo senso e un amore per il corpo".Il lavoro di Betony Vernon è sostenuto dalla Fondazione Henreaux, legata all'omonima azienda del marmo, il cui presidente Paolo Carli sottolinea l'importanza del rapporto tra l'imprenditoria e l'arte. "Penso che sono due aspetti che possono andare benissimo insieme - ci ha spiegato il manager -. Io sto dirigendo un'azienda storica, e per l'Henraux l'arte è sempre stata nel nostro Dna". La mostra milanese resterà aperta al pubblico fino al 10 marzo 2013.

0 commenti